Come usare la pianta della Lavanda per star bene!

La conoscete la Lavanda? Non intendo solo come essenza per la profumazione di casa, ma come erba officinale, cioè pianta destinata ad essere terapeutica.

Io l’ho scoperta nel diventare ostetrica e devo dire che me ne sono innamorata. L’odore caratteristico non mi dispiace e trovo che le sue proprietà sono utilissime ed efficaci. La pianta della lavanda è originaria proprio del bacino mediterraneo e cresce spontanea soprattutto in Piemonte e Liguria. Oggi più che altro si coltiva per estrarne l’essenza dalle proprietà calmanti e disinfettanti e quindi troverete molti usi partendo già dall’olio essenziale. Ma cosa fare direttamente con i fiori di lavanda?

Innanzi tutto potreste coltivarla in un vaso, in giardino o sul balcone così da poterla avere quando ne necessitate. Utile, ad esempio mettere dei mazzetti fra la biancheria, sappiate che viene usata anche come insetticida, specie contro terme e pidocchi. Avrete così i vestiti  sempre profumati e puliti.

Quando vi sentite irritati, stanchi, non riuscite a prendere sonno e magari vi è pure venuto il mal di testa, la lavanda può venire in vostro aiuto poichè il suo effetto analgesico e calmante di nervi e muscoli è spesso utile contro l’emicrania, inoltre ha la capacità di abbassare anche la pressione arteriosa. Perciò, in questi casi, prendete un cucchiaio di fiori che avete fatto seccare e lasciatelo in infusione per 10 minuti in una tazza di acqua bollente e poi filtrate e bevete, fatelo per almeno 3 volte al giorno e riuscirete a sentirvi meglio. Non esagerate però, perché a dosi eccessive l’effetto è proprio il contrario e quindi diventerà super eccitante.

Avete problemi di eczema, piaghe, acne e punture di insetti? Mettete a bagnomaria un pentolino con mezzo litro di acqua e fateci bollire per 2 ore un pugno di fiori. Lasciate poi il tutto a macerare per una notte intera e il giorno dopo filtrate l’acqua con una pezza di lino. Il liquido ottenuto può essere utilizzato direttamente sulla cute lasciando che le sue proprietà cicatrizzanti, battericide e disinfettanti facciano il loro effetto.

Arriviamo ai fastidi frequenti di noi donne.

Per le cistiti frequenti è ottimo l‘infuso dei 5 fiori: 10g di fiori di lavanda, 5 g ciascuno dei fiori di calendula, borraggine, ginestra e viola del pensiero selvatica. Vi potete far fare questa miscela da un erborista di fiducia e tenerla sempre in casa per le emergenze. Al bisogno bevete un infuso fatto con 1 cucchiaio da minestra per ogni tazza di acqua bollente tenuto in infusione per 10 minuti, vale la regola di berne almeno 3 tazze al giorno.

Quando si hanno infezioni vaginali seguite i consigli dell’ostetrica o del medico a cui vi siete affidate e nel frattempo potreste provvedere all’igiene intima facendo dei semicupi con dell’acqua nella quale vi avete fatto bollire per 10 minuti 1 pugno di fiori di lavanda, per ogni litro di acqua che avete usato. Per l’igiene intima quotidiana invece potete utilizzare la stessa ricetta dell’infuso per le irritazioni cutanee che vi ho scritto sopra e vi basterà diluirlo in un pò di acqua bollita e aggiungere qualche cucchiaino di bicarbonato, trasferendo il tutto in un contenitore del sapone. Ovviamente non farà la schiuma, ma sappiate che non è assolutamente necessaria, anzi meno detergenti aggressivi e schiumogeni userete per le vostre parti intime più le mucose della vostra vagina vi ringrazieranno. Può darsi che lo faccia anche il vostro partner… sarà tutta un’altra storia con la profumazione di lavanda nell’aria 😉

Delle curiosità: ho scoperto che la lavanda è sempre stata conosciuta come antiveleno e moltissime persone la usavano sui loro cagnolini quando venivano punti dalle vipere nei campi, strofinandola direttamente sul morso. Pensate che nel ‘700 si usava insieme al rosmarino per curare le malattie nervose. Che potenza la natura!

_____________
Scritto da STEFANIA PALOSCHI

Sono un’ost16142350_10210360109470570_7006323992525916119_netrica e lavoro nel territorio bresciano presso lo Spazio la Libellula e a domicilio. Sono una professionista libera o libera professionista come si suol dire, personalmente mi piace di più la prima versione. Esercito facendo consulenze per le donne durante tutto il loro ciclo vitale, dalla nascita alla menopausa e amo tenere incontri di gruppo sulle tematiche della genitorialità. Organizzo spesso corsi per la preparazione al parto e sono una fanatica della tetta di mamma, conosco e adoro la potenza dei rimedi che la natura ci offre e mi piace condividere informazioni sull’alimentazione, vegetariana e vegana comprese. Sono determinata e anche un pò “maestrina”, ma mi definiscono anche dolce e accogliente, mi piacciono le idee innovative e la collaborazione con donne e colleghe. 

Visita il sito professionale per saperne di più!!

 

Pubblicato da STEFANIA PALOSCHI

Sono un'ostetrica e lavoro nel territorio bresciano sia a domicilio sia presso la sede di Spazio la Libellula. Sono una professionista libera o libera professionista come si suol dire, ma mi piace di più la prima dicitura. Esercito la mia professione facendo consulenze per le donne durante tutto il ciclo vitale, dalla nascita alla menopausa e amo tenere incontri di gruppo sulle tematiche della maternità. Organizzo spesso corsi per la preparazione al parto e sono una fanatica della tetta di mamma, conosco e adoro la potenza dei rimedi che la natura ci offre e mi piace condividere informazioni sull'alimentazione, vegetariana e vegana comprese. Sono determinata e anche un pò rompiscatole, ma sempre aperta alle nuove idee e alla collaborazione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: