La crema per i capezzoli serve a preparare il seno prima dell’allattamento?

C’è un’unica risposta giusta? Si.

Quale è questa risposta? No, la crema non serve.

Anche questa volta siete di fronte all’ennesima frode commerciale che vi invita a spendere soldi in lozioni, oli, pomate o creme per capezzoli in previsione di poter allattare serene. Sappiate che tutto quel denaro potete assolutamente investirlo in altro di più utile o tenerlo da parte per qualsivoglia motivo. A tal proposito scriverò presto su come investire al meglio i vostri soldi e creare delle liste nascita da presentare a parenti e amici senza ritrovarvi sommersi di prodotti a base di petrolio camuffato e pannolini della taglia sbagliata.

Torniamo alla preparazione del seno… Vi siete mai chieste perché la natura non dovrebbe aver previsto qualcosa che renda il seno pronto all’attacco e alla suzione del bebè?

Quel qualcosa esiste. Domani, appena uscirete dalla doccia, guardatevi il seno soffermandovi sull’areola intorno al capezzolo. Se siete già a metà gravidanza potrete notare che qualcosa sta cambiando: le dimensioni aumentano, il colore dell’areola si fa più scuro e presente e poi potreste notare la comparsa più marcata di piccole escrescenze (come dei pallini in rilievo) sull’areola stessa.

Queste ultime si chiamano ghiandole di Montgomery, il nome deriva dal medico ostetrico irlandese che le ha studiate nei primi anni dell’Ottocento, essendo delle ghiandole hanno la funzione principale di espellere delle sostanze e in questo caso secernono proprio un liquido oleoso.

Oleoso significa lubrificante, coprente, che protegge!!! Ma c’è di più…

Ghiandole del Montgomery _ preparazione seno allattamento
Ghiandole del Montgomery _ Immagine presa da https://healthmaza.com/montgomery-glands/

Questa sostanza ha un odore particolarissimo e solo il neonato può apprezzarne davvero la fragranza, è creata proprio per lui. Secondo voi di cosa odorerà? Escludiamo il latte, poiché il colostro presente nel seno ha un buon odore, ma è ancora sconosciuto per le narici del pargoletto.

Che cosa può richiamare l’attenzione del neonato, che gli ricordi anche “il profumo di casa” dove è stato per nove lunghi mesi?

Avete indovinato? È il liquido amniotico! È così, il liquido oleoso che esce da quei puntini sull’areola (e sappiate che subito dopo il parto e ogni volta che state per allattare accade sicuramente) odora proprio di liquido amniotico, la piscina che lo ha cullato e protetto fino a poco prima. È un vero e proprio richiamo olfattivo, che porta il neonato a spingersi dall’addome della mamma verso il seno, la fonte del suo nutrimento.

Inoltre questo liquido ha un’importantissima funzione di difesa contro microbi e batteri, praticamente è un disinfettante, perciò vi proteggerà dalle infezioni che in allattamento possono trasformarsi in eventi sgradevoli come la mastite.

Io mi stupisco ancora di quanto la normalità sia per me eccezionale.

Quali sono i rischi ad usare le creme per i capezzoli?

  • Il seno potrebbe infettarsi facilmente, soprattutto se ci sono già tagli sui capezzoli
  • Il bambino potrebbe non attaccarsi agevolmente al seno perché infastidito da odori, consistenze o sapori estranei
  • La possibilità di arrossamenti e secchezza dell’areola è maggiore
  • Anche se l’unico motivo per cui vengono i tagli al capezzolo, le famose ragadi, è un attacco non ottimale al seno, c’è da dire che un uso quotidiano di creme su areola e capezzoli rende comunque più facile la loro formazione.

Perciò se l’anatomia e la biologia ci vengono in aiuto a preparare in modalità automatica il seno per l’allattamento, non occorre svuotare i portafogli per creme dei capezzoli, oli magici e sostanze che prevengono le ragadi, chimiche o naturali che siano. Se andiamo a coprire e tappare queste ghiandole con delle sostanze esterne, esse non potranno più svolgere il loro importantissimo lavoro.

Immagine di copertina: Foto wikipedia Di Tom Adriaenssen (Inferis at Flickr) – Flickr (7 November 2005), CC BY-SA 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=612976


Scritto da STEFANIA PALOSCHI

Sono un’ost16142350_10210360109470570_7006323992525916119_netrica e lavoro nel territorio bresciano a domicilio e presso uno studio multidisciplinare: Spazio la Libellula. Sono una professionista libera o libera professionista come si suol dire, personalmente mi piace di più la prima versione. Esercito facendo consulenze per le donne durante tutto il loro ciclo vitale, dalla nascita alla menopausa e amo tenere incontri di gruppo sulle tematiche della genitorialità. Organizzo costantemente corsi per la preparazione al parto e sono una fanatica della tetta di mamma, conosco e adoro la potenza dei rimedi che la natura ci offre e mi piace condividere queste informazioni. Sono determinata e anche un pò “maestrina”, ma mi definiscono anche dolce e accogliente, mi piacciono le idee innovative e la collaborazione con donne e colleghe. 

Visita il sito professionale per saperne di più!!

Pubblicato da STEFANIA PALOSCHI

Sono un'ostetrica e lavoro nel territorio bresciano sia a domicilio sia presso la sede di Spazio la Libellula. Sono una professionista libera o libera professionista come si suol dire, ma mi piace di più la prima dicitura. Esercito la mia professione facendo consulenze per le donne durante tutto il ciclo vitale, dalla nascita alla menopausa e amo tenere incontri di gruppo sulle tematiche della maternità. Organizzo spesso corsi per la preparazione al parto e sono una fanatica della tetta di mamma, conosco e adoro la potenza dei rimedi che la natura ci offre e mi piace condividere informazioni sull'alimentazione, vegetariana e vegana comprese. Sono determinata e anche un pò rompiscatole, ma sempre aperta alle nuove idee e alla collaborazione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: